Installing Skype in Ubuntu Edgy Eft

May 2, 2007

When I had Ubuntu up and running I was quite anxious to play with the new OS and customize it with my favorite apps. Some apps I was able to install via Add/Remove Applications (Azureus, Amule, VLC) quite easily, other apps I had to understand how Synaptic worked and read through the Ubuntu wikis.

The first app I wanted to install was Skype and here I describe how I did it hoping it comes handy to other beginners like me.

Installing Skype through Repository:

  1. Go to: System>Administration>Synaptic Package Manager
  2. desktop-to-repository.jpg

    You will be asked for your system password, then a Synaptic Package Manager window will come up.
    This window shows the so called repositories which control the installation process and get the application packets from the Internet into the OS.

  3. From the Synaptic Pagake Manager window click Settings>Repositories.
  4. From the new window Software Sources select the Third Party tab and click Add.
  5. finestra-3rd-party.jpg

  6. Paste the following into the APT Line field:
  7. deb http://download.skype.com/linux/repos/debian/ stable non-free

    then click OK and OK again until you get back to the Synaptic Package Manager.

  8. Click Reload to refresh the repositories
  9. Search and Mark for installation the packet Skype, click on apply and keep going until the application is completely installed
  10. If all went right you will find Skype from the menu Applications>Internet
  11. That’s all!

Advertisements

Tim Brasil

April 26, 2007

Quegli abbuffini di Telecom Italia sono arrivati pure in Sud America. In poco tempo in Brasile hanno guadagnato quote di mercato sulle altre compagnie di telefonia mobile (Vivo e Claro sono quelle che come Tim coprono gran parte del paese). C’è da riconoscere che Tim è stata la prima a raggiungere la maggior copertura GSM del Brasile, cosa non facile visto che la sua superficie è 28 volte quella dell’Italia e in molti casi poco accessibile e con poche infrastrutture. Tim Brasil gode sicuramente di ottima salute e in un’economia in espansione come quella brasiliana gli affari non possono che prosperare. I margini di crescita del mercato di telefonia mobile in Brasile sono enormi, è facile immaginare che nei prossimi anni il numero delle utenze crescerà di molto e non c’è da stupirsi se sia proprio un gruppo messicano ad interessarsi all’acquisto di Telecom Italia. La scelta di Telecom Italia qualche mese fa di vendere Tim Brasil a prezzo di banane ha lasciato almeno i brasiliani esterrefatti: gli italiani si trovano per le mani un pozzo d’oro e che fanno? decidono di venderlo ad un prezzo ridicolo…. Ma che se la comprino americani o messicani perché questi barbogi rubagalline che si riempiono le tasche finché possono e poi svendono a cavolo ci hanno già divertito. La classe dirigente italiana dimostra ancora una volta lungimiranza zero, salvaguardia dei propri interessi finché è possibile, zero rispetto per chi lavora e si fa il culo.

dsc09071tim.jpg

La Tim ha sicuramente esportato il suo modello di pubblicità invasivo e petulante. Cartelli e cartelloni sono disseminati per il Brasile intero anche nei posti più impensati.